Ortopedia e sport

La pratica sportiva è sempre più diffusa, e spesso vi si accostano persone in età sempre più avanzata, alcuni con un passato sportivo alle spalle, altri (purtroppo) senza alcuna preparazione.

Perciò sono molto diffuse le patologie ortopediche legate alla pratica sportiva, e in particolare quelle dell’arto inferiore, visto che la corsa è il gesto basilare della maggioranza degli sport.

Sono molto diffusi i traumi sportivi acuti (distorsioni, lesioni legamentose, lesioni meniscali, fratture, lussazioni), che necessitano di un trattamento immediato, conservativo o chirurgico. Non va sottovalutata l’incidenza di postumi cronici delle lesioni acute, come lesioni cartilaginee, impingement osteo-fibroso di caviglia, lassità legamentose, lussazioni recidivanti, viziosa consolidazione delle fratture.

Altro campo molto importante è la patologia da sovraccarico: infatti l’organismo tende a compensare piccoli difetti, ma questi diventano spesso sintomatici con l’allenamento intenso, con l’avanzare dell’età o con il cambiamento delle condizioni di allenamento. Molto comuni sono le metatarsalgie, le fasciti plantari, le fratture da stress, i difetti cartilaginei, le tendinopatie, le algie muscolari legate a difetti posturali misconosciuti.

La patologia sportiva rappresenta quindi un campo molto vasto che richiede una conoscenza specifica, l’amore per lo sport, la pratica e la possibilità di applicare metodiche di trattamento non chirurgiche, e la possibilità di eseguire un trattamento chirurgico adeguato nei tempi corretti.