Trapianti allogenici

Innesto osteocondrale omologo singolo

Il trapianto osteo-condrale costituisce una importante alternativa per il trattamento delle lesioni cartilaginee di medie e grandi dimensioni, permettendo di ripristinare rapidamente ed in maniera diretta il piano osteo-condrale con un rivestimento avente caratteristiche morfo-funzionali molto simili al normale.

E’ possibile utilizzare trapianti osteo-condrali congelati o freschi: questi ultimi offrono il vantaggio di preservare maggiormente la vitalità condrocitaria del trapianto. In questi casi il trapianto deve essere utilizzato entro 7-14 giorni dal decesso del donatore, dopo i necessari controlli microbiologici. La tecnica chirurgica consiste nell’escissione della zona di lesione con forma rettangolare e a base piatta, e nel posizionamento di un segmento di astragalo da donatore sagomato secondo le medesime misure, e stabilizzato con viti.